Documenti & Consigli Utili: 8 passi per trasferirsi in Inghilterra e sopravvivere alla burocrazia inglese

Nato e cresciuto in Italia, di giorno studiavo per diventare grande e di notte sognavo di trasferirmi nel Regno Unito. Per essere più precisi, volevo vivere nella Terra di Mezzo. Insomma, avete capito, volevo trasferirmi in Inghilterra. La colpa non è di certo della regina o delle colazioni inglesi. No! Se c’è qualcuno da biasimare è J. K. Rowling e del suo maghetto, Harry Potter, che da quando ha ricevuto la sua lettera per Hogwarts, mi ha lasciato con il desiderio di andare a King’s Cross Station, sbattere la testa tra il binario 9/10 e diventare il mago più potente del mondo. Scherzi a parte, questa non è la sola ragione! Come ben sapete, l’inglese è la lingua più importante al mondo e trasferirsi in Inghilterra e/o in un altro Paese Anglofono può davvero aiutarvi a perfezionare le vostre competenze lingustiche.

Se avete intenzione di studiare o lavorare nel Regno Unito, l’ambizione e la determinazione non bastano. Ci vogliono i documenti giusti! Quando ho deciso di lasciare la Germania per trasferirmi nel Regno Unito, in un primo momento mi sono sentito sperduto. La burocrazia inglese è più semplice di quella tedesca, ma ho trovato alcune procedure molto eccessive e invasive. Purtroppo, Paese che vai, regole che trovi! Per alleggerire e semplificare il vostro trasferimento, il vostro Piccolo Franco, ha deciso di scrivere questa piccola guida: “Documenti & Consigli Utili: 8 passi per trasferirsi in Inghilterra e sopravvivere alla burocrazia inglese.” Le cose da fare vi sembreranno tante. In realtà, a piccoli passi, affronterete tutto senza problemi e vivrete esperienze uniche e rare nelle bellissime terre del Regno Unito.

INIZIAMO

  • Documento di Riconoscimento: Per chi è cittadino europeo, questa prassi è molto più semplice rispetto ai Paesi Non Europei perché non ci sarà bisogno di fornire documenti speciali (Visto, Sponsors, etc.). Essendo il Regno Unito ancora parte del EU, la carta d’Identità italiana viene riconosciuta, ma alcuni burocrati non hanno la più pallida idea di cosa sia quel pezzo di carta (esperienza personale). La patente è un altro documento ben accetto, ma non sempre. Insomma, per non avere alcun tipo di problema, vi consiglio di partire con il passaporto. Ovviamente, deve essere valido (controllate la scadenza) e firmato appositamente da voi. Sappiate che dopo il 31 Ottobre 2019, non solo avrete bisogno del visto, ma anche del passaporto. Colpa della Brexit! Leggi: Inghilterra Post Brexit: quali documenti sono necessari per viaggiare.
  • Casa: tutto dipende dal tipo di viaggio che avete deciso di intraprendere e per quanto tempo rimarrete nel Regno Unito. Trovare una stanza non dovrebbe essere troppo difficile. Per vivere a Londra dovete avere un po’ di rispiarmi da parte. I prezzi sono altissimi. Io ho scelto di vivere in altre città dell’Inghilterra e i prezzi sono sicuramente più convenienti. Se avete intenzione di affittare un monolocale o un appartamento, le procedure sono un po’ più complesse. In primis, è quasi impossibile conoscere il vero proprietario di casa e tutta la documentazione vi verrà fornita dall’agenzia immobiliare. Dopo aver visto l’appartamento, se avete intenzione di prenderlo, vi chiederanno di pagare delle tasse. Vi assicuro che queste tasse sono molto care! A questo punto, le agenzie vorranno assicurarsi che voi possiate pagare l’affitto ogni mese. Vi chiederanno, quindi, l’estratto conto degli ultimi 3 mesi, controlleranno tutte le vostre entrate e contatteranno il vostro datore di lavoro per assicurarsi che voi siete davvero stati assunti da quell’azienda. Ovviamente vorranno sapere quanto guadagnate! Se siete degli studenti, avrete bisogno di un garante. Una volta superato questo test, potrete firmare il contratto. Nel frattempo, preparate i soldi per la caparra e per anticipare i primi due mesi di affitto (in contanti), altrimenti non vi daranno le chiavi. Se non supererete questo test burocratico, i soldi che avete pagato per le tasse non vi verranno restituiti. Quindi prima di dire si e di pagare più di cento pound per ogni appartamento che vorreste prendere, pensateci due volte, altrimenti perderete una barca di soldi! Siti per trovare casa: Rightmove.com
  • Numero di Cellulare ed Email: non so che tipo di contratto telefonico avete scelto nel vostro Stato. Una cosa, però è certa: se avete intenzione di trasferivi per un medio – lungo periodo, non potete non acquistare una sim inglese. Il prefisso è +44. Se avete un contratto telefonico internazionale non dovreste avere problemi, ma informatevi. Con un numero inglese, le vostre opportunità di trovare una stanza e di essere contattati per lavori (ai datori di lavori piace comunicare per telefono) sono più alte. Come network, vi consiglio EE: non avrete bisogno di un contratto, non è troppo caro e prende ovunque. Ah, cambiate email. Quando sono arrivato in Inghilterra ancora utilizzavo Libero. Tra nome, cognome ed email, ogni volta mi trovavo a perdere mezz’ora per fare lo spelling. Gli inglesi non sanno scrivere L-I-B-E-R-O. Per questo, Gmail e Icloud vi semplificheranno la vita!
  • NINo: Il numero del lavoro sarà il vostro nuovo codice fiscale. Senza questo codice di 9 cifre, chiamato NINo, non potrete lavorare da nessuna parte. Se qualcuno vi assumerà senza NINo, potreste trovarvi in problemi seri. Per ottenere questo numero recatevi al vostro Job Centre plus locale. Di solito vi diranno di chiamare e di prendere un appuntamento. Ovviamente per ottenere il NINo, c’è bisogno di un documento di riconoscimento e uno dei documenti più controversi: Proof of Address. Per ulteriori informazioni su come ottenere il NINo, leggete qui: Apply for a National Insurance Number. Sappiate che il giorno del vostro appuntamento, vi verrà chiesto:
    • Quando siete arrivati nel Regno Unito e se vi avete vissuto in precedenza
    •  Eventuali altri indirizzi nel Regno Unito e nel mondo.
    •  Il vostro ultimo indirizzo prima di trasferivi 
    •  Il codice fiscale, la patente, passaporto/carta d’Identità 
    •  Se siete studenti o avete intenzione di studiare nel Regno Unito
    •  Se aveste un lavoro o siete in cerca. 
  • Proof of Address: Gli inglesi vogliono assicurarsi che viviate legalmente sotto qualche tetto inglese. Come “Prova di Indirizzo” a volte il contratto di casa non basterà. Se siete appena arrivati nel Regno Unito, il vostro Ostello/Albergo può farvi da garante e aiutarvi a certificare il vostro indirizzo (temporaneo). La stessa cosa vale se avete preso una stanza in affitto. In generale, questi sono tutti i documenti che potrete utilizzare:
    • Licenza di Guida:Potete utilizzare la patente solo se l’indirizzo è quello inglese. 
    • Bolletta (acqua, elettricità, gas): Non devono essere più vecchie di tre mesi e devono avere il vostro nome e l’indirizzo di casa nel Regno Unito.
    • Contratto telefonico: quello del telefonino non è valido.
    • Council taxes
    • Contratto di affitto o atto del mutuo
    • Lettera di ammissione della tua università 
    • Lettera del lavoro di lavoro 
    • Assicurazione (macchina, casa)
    • Lettera del consiglio elettorale locale
    • Estratto Conto (non più vecchio di tre mesi)
    • Lettera della tua Benefit Agency
  • Medico di base: Dopo aver ottenuto il NINo e “Proof of Adress”, potrete usufruire del sistema sanitario. Recatevi al centro NHS più vicino e registratevi. La registrazione è gratuita e vi verrà assegnato un medico di base. Se avete bisogno di un dentista, in quel caso dovrete pagare. Sappiate anche che se avete intenzione di trasferirvi in un’altra città inglese, dovrete recarvi nel centro locale più vicino e ricambiare il vostro medico curante.
  • Banca: Il conto corrente è indispensabile. Come ben sapete, la sterlina è la valuta ufficiale nel Regno Unito. Il passaggio dall’Euro alla Sterlina può essere davvero costoso. Scegliete bene, quindi, la vostra banca e prima di prelevare, informatevi bene, altrimenti potreste spendere più di 10 euro solo per le commissioni. Avere un conto internazionale va più che bene. In ogni caso, le banche più rinomate con cui aprire un conto corrente nel Regno Unito sono: Barclays, Santander, Lloyds e HSBC Bank. Per trasferire i vostri soldi senza pagare troppe commissioni, vi consiglio Transferwise.
  • Lavoro: Per trovare lavoro, contattate direttamente le aziende con uno specifico CV e lettera motivazionale. I siti più affidabili per cercare lavoro sono: Indeed, Gov.Uk, Reed.co.uk. Se non avete un profilo LinkedIn, è tempo di iscriversi anche su questa piattaforma. Inoltre, per lavorare in Inghilterra, vi verranno chieste delle referenze, soprattutto se avete intenzione di lavorare per grandi aziende (hotels e bar inclusi). Ciò significa che dovrete fornire il contatto dei vostri vecchi datori di lavoro ai quali verrà inoltrato una sorta di questionario. Di solito, vi verranno chieste minimo due referenze (una volta me ne hanno chieste 4). Se non avete molte esperienze lavorative, chiedete a uno dei vostri professori (Liceo, Università) se possono farvi da referente. Una volta ottenute le referenze, potrete finalmente lavorare. Sappiate anche che i vostri referenti verranno contattati dopo il vostro colloquio, quando l’azienda ha davvero l’intenzione di assumervi. 

Spero di non aver dimenticato nulla. Come ho già scritto, la burocrazia inglese non è una passeggiata, ma con la documentazione giusta, non è impossibile trasferirsi e vivere nel Regno Unito. Vi consiglio, in ogni caso, di partire con dei risparmi e con le spalle coperte. La competizione nel sistema lavorativo è spietata, i lavori ci sono, ma, al di là dei ristoranti italiani, le pratiche per poter lavorare sono lunghe.

Ditemi la vostra, raccontatemi la vostra esperienza e scrivetemi su Instagram e Facebook per ulteriori consigli.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.